Cheri Samba

Chéri Samba nasce nel 1956 nella Repubblica Democratica del Congo All'età di sedici anni ha lasciato il suo paese per trovare lavoro come pittore nella capitale Kinshasa, dove ha iniziato a sviluppare dipinti che combinano la pittura figurativa con il testo. in questo periodo le opere di Samba rivelano la sua percezione delle realtà sociali, politiche, economiche e culturali dello Zaire, risaltando tutti gli aspetti della vita quotidiana di Kinshasa. Questo tele offrono una panoramica attenta e critica sui costumi popolari, la sessualità, l'AIDS le altre malattie, le disuguaglianze sociali, e la corruzione. Dalla fine degli anni 1980 in poi, egli stesso divenne il soggetto principale dei suoi dipinti. Per Samba, questo non è un atto di narcisismo; piuttosto, come riferirà egli stesso durante un intervista in un emittente televisiva, un bisogno di comunicare alla sua gente cosa significa essere un artista africano di successo sulla scena mondiale. Artista fondatore di punta della scuola di pittura popolare del Congo
nei primi anni 1980 l'artista inizia a firmare i suoi quadri "Chéri Samba: Artiste Populaire". In effetti, la popolarità dei suoi dipinti ben presto va oltre i limiti della città di Kinshasa; da metà degli anni 1980 il suo lavoro è ben visibile ad un pubblico internazionale., la mostra Les Magiciens de la Terre (a cura di Jean Hubert Martin) al Centre Georges Pompidou di Parigi nel 1989, che lo consacra uno egli artisti africani piu importanti del mondo. A seguire esporrà di nuovo al Centro Pompidou (Africa Remix), Fondation Cartier, Museo Guggenheim di Bilbao, La Biennale di Venezia, Museum Kunst Palast di Düsseldorf, Museo Nazionale di arte africana in Washington DC, Museum of Fine Arts di Houston, il Museo Ludwig di Colonia, Museo Provinciale Voor Moderne Kunst di Ostenda, Mori art di Tokyo, al Vittoriano a Roma Samba vive e lavora tra Kinshasa e Parigi.

Kyo Noir all right reserved